Siti
Annunci di Lavoro

Il Lavoro a Tempo Pieno

L'Orario di Lavoro Full TIme

Per decenni la regolamentazione dell'orario di lavoro è stata rimessa al regio decreto legge numero 692 risalente al lontano 1923, il quale fissava l'orario di lavoro in 8 ore al giorno, per un totale di 48 ore alla settimana.

Successivi interventi del legislatore hanno introdotto limitazioni dell'orario lavorativo a tutela dei minori e delle donne, con particolare interesse per quelle in dolce attesa e per le neomamme, fino alle grandi novità introdotte negli anni Novanta ed in tempi recenti.

La legge 196 del 1997 ha, infatti, sancito che le ore lavorative settimanali per i contratti full-time siano complessivamente 40, facendo tesoro dell'esperienza maturata in ambito di contrattazione collettiva.

Nel 2003 è intervenuta un'ulteriore modifica che interessa tutti i lavoratori essendo stata introdotta una significativa flessibilità negli orari dei contratti di lavoro a tempo pieno che possono oscillare, a seconda delle esigenze dell'azienda, tra le 40 e le 48 ore comprensive degli straordinari.

Il decreto legislativo 66 del 2003 ha, inoltre, reso centrale il concetto di orario medio di lavoro, già presente nel nostro ordinamento, stabilendo che l'orario normale di una settimana lavorativa full-time è di 40 ore, non più calcolate a livello giornaliero, bensì su 7 giorni ed all'interno di un periodo medio di 4 mesi, il quale in determinate circostanze può essere elevato fino a 12 mesi.

Dall'orario giornaliero e settimanale si è così passati a quello chiamato multiperiodale che consente maggiore flessibilità nel calcolo degli orari e nell'organizzazione dei turni di lavoro in base alle esigenze delle aziende nella società contemporanea. 

Navigare Facile